Equestrian Coaching

previous arrow
next arrow
Shadow
Slider

Il coaching è un metodo che fornisce uno specifico supporto verso lo sviluppo e la crescita personale. Grazie a questo sistema gli atleti prendono consapevolezza del proprio reale potenziale e definiscono i propri obiettivi, liberandosi da paure e credenze limitanti.
Utilizzato con grande successo da più di 30 anni in quasi tutti gli sport, ormai è diventando fondamentale anche nel mondo dell’Equitazione.

Molti atleti non riescono ad esprimere il loro massimo potenziale e a raggiungere i propri obbiettivi perchè limitati da una paura specifica o dalla mentalità acquisita da esperienze precedenti. Per questo motivo è necessario fare un reset della propria mente, imparare ad allenarla e a tenerla sempre sotto controllo.

L’equitazione è uno sport unico, per la sua bellezza e per le emozioni che riesce a trasmettere, ma è unico anche per le sue caratteristiche, ad esempio:

  • si pratica in cooperazione con un animale
  • uomini e donne competono nelle stesse categorie
  • cavalieri e amazzoni competono tra loro montando cavalli di qualità e caratteristiche estremamente differenti
  • cavalieri di età ed esperienza completamente diverse competono nella stessa categoria
  • è uno sport estremo anche se non dichiarato ufficialmente
  • si pratica prevalentemente all’aria aperta con qualsiasi condizione metereologica!
  • E’ uno dei pochissimi sport dove un singolo errore pregiudica tutta la gara.

Questo fa del nostro sport, uno dei più difficili da gestire mentalmente.
Se hai un obbiettivo importante da raggiungere, se vuoi far svoltare la tua carriera, se vuoi scoprire e mostrare le tue vere potenzialità, se ti senti limitato da paure che non ti stanno facendo godere la tua esperienza equestre a pieno è arrivato il momento di liberartene. Probabilmente sei un campione e rischi di non saperlo mai!

Se vorrai io ti aiuterò a scoprirlo, contattami, raccontami la tua storia e le tue difficoltà ed insieme inizieremo il viaggio verso il cambiamento! Ti ricordo che oltre ad essere un Mental Coach sono un cavaliere di 2°grado nel pieno della sua carriera agonistica, quindi sono consapevole delle difficoltà che ti trovi ad affrontare e metterò a tua disposizione tutta la mia esperienza maturata in entrambi i settori.

Il mio programma di lavoro con atleti equestri si basa su diversi punti e argomenti, di seguito ti elenco alcuni di questi e alcune tecniche che utilizzo:

  • La relazione con i cavalli che monti
  • Gestione dell’ansia
  • Gestione dell’errore sul primo e sull’ultimo salto
  • Comprensione e gestione della paura di un tipo di salto in particolare o di una categoria specifica. (anche dressage e completo)
  • Gestione della paura del giudizio
  • Definizione dei propri punti deboli e di forza
  • Definizione dei propri reali obbiettivi
  • Paura di vincere e di perdere
  • Gestione di una gara importante
  • Gestione della paura di farsi male
  • Il qui ed ora
  • Visualizzazione
  • Respirazione
  • Pensiero positivo
  • Dialogo interno
  • La bolla equestre
  • L’autostima
  • Il circolo virtuoso e il circolo vizioso
  • Gestione di una gara andata male
  • Gestione di una gara andata bene

Ulteriori argomenti trattati nel percorso di coaching per istruttori:

  • Comunicazione assertiva (come non rischiare di essere frainteso da allievi e genitori ed essere più efficaci nel trasferire la propria idea e raggiungere obbiettivi)
  • Capire le esigenze dell’allievo (portarli verso il successo, abbandonare i vecchi sistemi che hanno generato solo frustrazione e la perdita di allievi. Fidelizzare l’allievo attraverso la sua realizzazione)
  • Essere leader (essere la persona di cui tutti si fidano, che vogliono imitare e seguire senza diventare l’animatore del villaggio e conservare la propria autorevolezza)
  • Creare la propria reputazione (Le scelte e le strategie che determinano la propria affidabilità nell’ambiente equestre)
  • Gestione della vita professionale (le scelte che determinano la propria collocazione sul mercato)
  • Gestione della vita privata (non cadere nella monotonia e nell’ossessione professionale rischiando di rovinare i rapporti personali e familiari)
  • Gestione dei rapporti con i genitori (imparare a vedere i genitori come una risorsa e coinvolgerli in una fruttuosa collaborazione)
  • Vivere serenamente l’ambiente equestre e il rapporto con i colleghi
  • La coerenza (predicare bene e razzolare bene)
  • La paura di perdere allievi
  • La paura di non essere all’altezza
  • I deliri di onnipotenza

Lavoro anche con squadre, gruppi di cavalieri o singoli, amazzoni, istruttori, centri ippici, federazioni e comitati. Se sei pronto ad andare verso il successo e il cambiamento il nostro viaggio inizia da qui.
Se invece sei interessato a diventare un Equestrian Mental Coach, visita la sessione “Accademia/Diventa Equestrian Mental Coach”.